Continua la serie dei successi dei laseristi di Sistiana 89, il report del DS Andrea Nevierov:

programmato un we di allenamenti sul lago di Alpago, che purtroppo a causa di un vento quasi assente sabato e previsioni di vento leggere domenica, porta a decidere di partecipare alla Drago Cup, manifestazione che avrebbe dato almeno la possibilità di cimentarsi tra diverse barche anche se con caratteristiche e dimensioni diverse, una “long distance” di circuito dove oltre a regatare contro gli scafi uguali si era costretti a regatare contro il TEMPO – Per la classifica in compensato hanno applicato per i compensi  secondo il Numero di Portsmouth, valido per una zona con vento di intensità costante, penalizzante sul lago con i suoi “buchi” di vento.

Numeri di Portsmouth (Portsmouth yardstick nella notazione in lingua inglese) costituiscono uno dei metodi, nell’ambito dello sport velico, che permettono di effettuare regate con barche a vela di diverse caratteristiche introducendo dei compensi che tengono conto delle diverse caratteristiche delle imbarcazioni (ad esempio delle differenze nella stazza): il tempo reale di regata di ciascuna imbarcazione, espresso in secondi, viene diviso per il compenso e moltiplicato per 1000 costituendo così il tempo compensato. La classifica della regata viene poi stilata in base al tempo compensato così calcolato.

Luca passato questo we in Radial, in occasione dell’allenamento  sociale programmato sul lago di Santa Croce, si classifica al secondo posto in reale nella categoria Radial alla regata Drago Cup organizzata dalla LNI di Belluno, seguito al quarto e quinto posto dalle compagne di squadra Martina ed Anna, risulta poi quinto in compensato overall e vincitore del Trofeo ( triennale non consecutivo ) Drago Cup u 30, secondo classificato suo fratello Michele in reale in classe  standard, Giulio e Beatrice leggermente attardati in quanto penalizzati da una scuffia ed un calo di vento; il papà Andrea si classifica  primo in reale tra gli Standard e secondo in compensato.

Esperienza positiva per i sette laseristi di Sistiana89, che li riporterà il prossimo anno a difendere il Trofeo; doveva esser solo un allenamento in un posto ventoso, il vento alla fine si è mantenuto con un’intensità media tra i 4 ed gli 8 m/s che comunque ha permesso regatare non solo in reale ma anche contro se stessi, bisognava cercare di esser veloci, si regatava contro il tempo.

CLASSIFICA